Grignetta

Esploriamo il mondo delle guglie della Grignetta, sorella “minore” del Gruppo delle Grigne.

 

Dov’è

Nelle Prealpi lecchesi, affacciata sul Lario. Località di partenza: Piani Resinelli LC  (visualizza la mappa)

Da Lecco salire in Valsassina verso Ballabio; da qui seguire la ripida strada con 14 tornanti per Piani Resinelli. Da qui partono tutti i sentieri del versante meridionale della Grignetta, o Grigna Meridionale.

 

Com’è

Partenza: Piani Resinelli, 1.200 m s.l.m.
Arrivo: vetta della Grignetta, 2.177 m s.l.m.
Dislivello: 970m
Giudizio: **** (splendido ambiente)
Difficoltà:  *** (impegnativo, sentiero attrezzato)
Tempo di percorrenza (solo salita): circa 3 ore
Punti di appoggio: Rifugio Rosalba

 

Descrizione

La Grignetta è uno dei monti più alti delle Prealpi lecchesi, insieme al Grignone, al Legnone, al Pizzo Tre Signori.

Il segreto della bellezza della Grignetta è l’ambiente selvaggio e dolomitico, caratterizzato da guglie calcaree e percorsi aspri e pietrosi. E’ meta amatissima dagli alpinisti per le infinite opportunità di arrampicata in ambiente molto esposto.

Molti sono i percorsi per scoprire la bellezza selvaggia della Grignetta; qui ne vedremo alcuni sul versante meridionale, con partenza da Piani Resinelli e vista verso il Lago di Como – Lario e verso la Pianura Padana.

 

Sentiero delle Foppe fino al Rifugio Rosalba

Con partenza da Via dei Frassini a Piani Resinelli, un sentiero che inizialmente attraversa il bosco, per poi iniziare a salire più ripidamente quando la vegetazione lascia spazio ad un terreno più sassoso.

Con diversi tornanti si raggiunge a circa 1700m il Rifugio Rosalba in circa 2h, con 500m di dislivello; da qui si gode di  una magnifica vista verso Sud sul lago e sulla pianura.

Lungo il sentiero si sfiorano magnifiche guglie come il Torrione del Cinquantenario, proprio di fronte al Rifugio.

 

Sentiero Cecilia

Dal Rifugio Rosalba il sentiero prosegue verso la vetta con difficoltà crescenti: il terreno diventa più accidentato e il sentiero lascia il posto a un percorso delicato su rocce.

In molti tratti sono presenti corde fisse e catene, ed è consigliato ai meno esperti di assicurarsi con attrezzatura da ferrata.

Il sentiero nella prima parte effettua un lungo traverso da ovest ad est, attraversando dei canaloni detritici. Solo alla fine del traverso, raggiungi i Torrioni Magnaghi, ci si congiunge con la Cresta Cermenati e si sale rapidamente fino alla vetta a 2.177m, dove si trova il caratteristico Bivacco Ferrario.

Il percorso è impegnativo e in diversi tratti abbastanza esposto, emozionante e molto panoramico. In vetta si gode di una vista unica su tutto il Lario.

 

Cresta Cermenati

La Cresta Cermanati è il classico percorso di discesa dalla vetta fino a Piani Resinelli. E’ in alternativa una via di salita senza difficoltà tecniche se non la lunghezza del percorso (quasi 1000m di dislivello) su terreno molto sassoso e sconnesso.

Si tratta di un sentiero sostanzialmente rettilineo che congiunge la vetta con l’altopiano dei Resinelli, ben visibile fin dalla vetta.

 

Tracciato GPS

Sentiero Foppe

Traverso Cermenati – Magnaghi

Sentiero Cecilia

Collegamenti

http://blog.libero.it/sillylamb/view.php?id=sillylamb&mm=0602&gg=060215

http://www.resinelliturismo.it/

http://www.niguarda.com/Montagna/Grignetta.htm

http://www.passolento.it/proposte_lettori/rosalba.htm

http://www.diska.it/rifferrario.asp

http://www.diska.it/rifrosalba.asp

 

[Voti: 3    Media Voto: 3.3/5]

Comments

comments

Vedi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *