Resegone

Il Resegone, dai molti suoi cocuzzoli in fila…“, come lo descrive Manzoni ne I Promessi Sposi, è caratterizzato dalle sue sette punte, la più alta delle quali, la Punta Cermenati (1.875 m) è la meta della nostra escursione.

 

Dov’è

Nelle Prealpi lecchesi, affacciata sul Lario. Località di partenza per questa escursione: Piani d’Erna, Malnago LC  (visualizza la mappa)

Da Lecco salire verso la Valsassina; all’uscita del tunnel seguire le indicazioni per la funivia di Piani d’Erna.

 

Com’è

Partenza: dalla partenza della funivia per Piani d’Erna, 600 m s.l.m.; in alternativa dall’arrivo della funivia, 1.325 m
Arrivo: vetta del Resegone, 1.875 m s.l.m.
Dislivello: 1.275m (oppure 550 m dall’arrivo della funivia)
Giudizio: *** (panoramico)
Difficoltà: ** (non particolarmente impegnativo, lunghezza sentiero se non si prende la funivia)
Tempo di percorrenza (solo salita): circa 3 ore (1,5 h dall’arrivo della funivia)
Punti di appoggio: Rifugio Azzoni in vetta (1875m)

 

Descrizione

Dividiamo la descrizione nei due settori di cui si compone il sentiero.

Da Malnago (600 m) a Piani d’Erna (1.325 m)

Il sentiero n°5 parte alle spalle della stazione della funivia, in parte ancora asfaltato e presto lungo un sentiero lastricato. Seguire le indicazioni per il Rifugio Stoppani.

Il sentiero è facilissimo e alla portata di tutti, si sviluppa principalmente nel bosco ma con frequenti squarci verso il panorama verso la città di Lecco ed il Lario. In particolare si passa da una moderna cappella con una madonnina dipinta.

Il Rifugio Stoppani segna la metà del percorso: da qui si può salire verso Piani d’Erna oppure verso il Passo del Fò, sullo spigolo Est del Resegone.

 

 Da Piani d’Erna (1.325 m) alla vetta del Resegone (1.875m)

Seguendo le indicazioni per il Rifugio Azzoni, si gira alle spalle della funivia e subito su lasciano i Piani iniziando un traverso verso destra (est).

Ci si addentra di nuovo nel bosco, e il sentiero, che diventa il n°1, resta facile e quasi pianeggiante. La pendenza resta moderata lungo tutto il traverso, anche quando, usciti dal bosco, si prosegue con una bella vista sul lato destro del sentiero.

Alla nostra sinistra le pareti si fanno ripide e rocciose, e già si vede la grande croce metallica che segna la vetta.

Il traverso termina improvvisamente e si volta a sinistra. L’ultimo tratto è più ripido, il terreno si fa più roccioso con qualche tratto leggermente esposto, ma mai pericoloso.

In breve appare il Rifugio Azzoni, circa 15m sotto la vetta, da cui si gode di un’ottima vista a 360 gradi.

 

 Tracciato GPS

Resegone da Piani d’Erna

http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=3086393

 

Collegamenti

http://www.diska.it/rifazzoni.asp

http://www.zainoinspalla.it/schede/resegone.asp

http://www.scoprilecco.it/montagne/resegone/resegone.html

http://www.simand.it/montagna/view_trek.aspx?ID=15

 

 

[Voti: 5    Media Voto: 3.4/5]

Comments

comments

Vedi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *